NEWS

DOCUMENTO ASMI DI AUTOREGOLAMENTAZIONE

ASMI (Internet e salute 1997)


Associazione  Stampa  Medica  Italiana  (A.S.M.I.)

Gruppo di specializzazione della Federazione Nazionale della Stampa (F.N.S.I.)

  DOCUMENTO ASMI DI AUTOREGOLAMENTAZIONE PER L’ACCREDITAMENTO DI TESTATE ‘ON LINE’

DI INFORMAZIONE SCIENTIFICA IN CAMPO MEDICO SANITARIO

  

1) Il  titolare del ‘dominio’ che intende trattare, con finalità culturale e di aggiornamento scientifico, argomenti medico sanitari e di ricerca finalizzata alla tutela della vita, della salute e del benessere dell’uomo, è moralmente impegnato al rispetto degli obblighi previsti affinché la denominazione del ‘sito’ sia registrato nel Registro della Stampa del Tribunale di competenza territoriale come ‘testata giornalistica’ a tutti gli effetti.

2) Il Direttore Responsabile deve essere iscritto all’Ordine dei giornalisti, elenco professionisti o elenco pubblicisti. Può essere un iscritto nell’apposito Albo Speciale, qualora sussistano i requisiti richiesti per la specificità della testata.

3) La ‘Testata on line’ potrà essere iscritta all’USPI in base all’apposito Regolamento e l’Editore  potrà chiedere il riconoscimento di aderente all’ASMI.

4) Il Direttore Responsabile, giornalista professionista o giornalista pubblicista, potrà essere iscritto all’ASMI, documentando la specifica competenza specialistica in materia medico sanitaria.

Il Direttore Responsabile iscritto all’Albo Speciale dell’Ordine dei Giornalisti, potrà essere iscritto all’ASMI come Socio Aggregato.

5) Apposito spazio del ‘giornale on line’ dovrà indicare le eventuali Società Scientifiche e Associazioni Mediche o altre Organizzazioni operanti nel settori della Salute, Sanità, Ricerca Scientifica, che collaborano per i contenuti informativi.

Analogamente, in apposito spazio, dovrà essere riportato il nome del Direttore Responsabile, con un breve curriculum, e l’elenco dei Giornalisti e altri Collaboratori, anche occasionali, con eventuali  riferimenti professionali, accademici e di carriera.

6) Deve essere chiaramente segnalato se il ‘sito’ si avvale di finanziamenti di provenienza pubblica o privata, indicandone la denominazione e ragione sociale.

Qualora il ‘sito’ sia sovvenzionato dalla pubblicità, tale elemento deve essere chiaramente rilevabile con l’indicazione delle modalità per accedere a tale forma di partecipazione e con la espressa indicazione che ‘ogni notizia pubblicitaria sarà diffusa con modalità che ne consentano la netta ed inequivocabile distinzione dagli altri contenuti del giornale. L’Editore e il Direttore Responsabile non hanno responsabilità dei contenuti della stessa’.

7) La possibilità di ‘accessi con password’ deve essere indicata nella ‘home page’ con le modalità di abbonamento e con la segnalazione delle categorie di utenti che potrebbero essere maggiormente interessate.

8) L’Editore, il Direttore Responsabile, i giornalisti scientifici e i ricercatori e medici collaboratori del ‘giornale on line’ si impegnano ad osservare le norme dell’allegato “Codice Deontologico  per l’Informazione scientifica in campo biomedico diffusa on line” che è parte integrante del presente Documento. (*)

9) Gli Editori delle ‘testate on line’ aderenti accettano che i contenuti medico sanitari e di informazione scientifica possano essere visionati da una Commissione composta di Soci ASMI  (Effettivi e  Aggregati) e integrata con Ricercatori e Medici ‘Esperti’ nelle varie discipline biomediche, al fine di confermare appropriatezza di linguaggio e contenuti, correttezza e completezza dell’informazione, certezza delle ‘fonti’ e esclusiva finalità informativa e culturale. 

 

(segue con * Codice deontologico….)

  (*) Codice Deontologico per l’Informazione scientifica in campo biomedico diffusa ‘on line’ Professionalità e Informazione sanitaria. In ambito medico sanitario e nella ricerca scientifica è prioritaria la valutazione dell’interesse generale per consentire la divulgazione di qualsiasi notizia ed informazione.

Giornalisti, medici e ricercatori collaborano nel rispetto del diritto del cittadino alla tutela della propria dignità.

GiornalistiIl giornalista deve assicurare che l’informazione scientifica in campo sanitario, sia quanto più corretta e completa e redatta in modo da non creare false aspettative nei malati e negli altri destinatari.

Il giornalista scientifico è tenuto ad usare un linguaggio semplice, generalmente comprensibile, affinché l’informazione sia accessibile a tutti.

Medici e ricercatori Nei rapporti con la stampa ed i mass media medici e ricercatori sono tenuti a considerare la diversità  dell’informazione nel rapporto fiduciario da quella divulgata come notizia di cronaca o di informazione sanitaria.Giornalisti, medici, ricercatori  per il cittadinoGiornalisti, medici, ricercatori, sono tenuti al rispetto di quanto previsto dalla legge sulla privacy in materia di dati sensibili.

Tutti devono collaborare affinché ogni informazione sanitaria sia inequivocabilmente distinta e priva di ogni possibile forma di pubblicità.  In ogni caso l’informazione medica non può essere mai usata a copertura del messaggio pubblicitario.

 Informazione e progresso scientifico. La ricerca farmacologica.

Notizie e informazioni connesse alla sperimentazione di nuovi farmaci, possono essere diffuse soltanto con citazione della fonte. In nessun caso è consentita la pubblicazione di notizie che possano essere di pubblicità per farmaci in fase sperimentale.

La ricerca clinica e in chirurgia.

Giornalisti, medici, ricercatori, collaborano affinché la notizia sia completata con indicazioni utili ad una valutazione della portata dei risultati per quanto attiene le possibilità percentuali di successo e i tempi necessari per un utilizzo di routine di quanto oggetto di ricerca e di sperimentazione.

La sperimentazione animale.

In caso di informazione sanitaria su ricerche e sperimentazioni per le quali vengono utilizzati animali di laboratorio, la notizia dovrà essere completata con elementi relativi alle specie e numero di animali utilizzati ed al rispetto della normativa vigente per la tutela dei loro diritti.

 Educazione sanitaria L’informazione medico sanitaria e scientifica deve permettere la distinzione tra notizia di cronaca e comunicazione di informazioni utili per l’educazione alla salute nell’interesse del singolo e della collettività.

Nell’esporre argomenti relativi al progresso scientifico in sanità e alle possibilità di applicazione sull’uomo deve essere considerata l’opportunità di completare l’informazione con dati relativi alla legislazione ed altre normative in materia onde contribuire al processo di educazione sanitaria della popolazione ed alla conoscenza dei diritti e doveri del singolo e della collettività.

________________________ Gli Editori e Direttori di ‘testate on line’ che condividano l’iniziativa sono invitati a comunicare la loro adesione alla presidenza dell’ASMI.  (Mario Bernardini – Via Valpolicella,19 – 00141 – Roma) ( tel e fax:  06.8607291 ) - ( Le adesioni possono essere inviate anche E-mail : redazione@umedionline.it )

 



A.S.M.I. - Via Valpolicella, 19 - Roma | Tel.: 06.8607.291 | Fax.: 06.8639.8937 | e-mail: segreteria@asmionline.it